Autore Topic: :::::: EUROLEAGUE BASKET ::::::  (Letto 1007 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline AldomasterJ

  • Junior
  • **
  • Post: 400
:::::: EUROLEAGUE BASKET ::::::
« il: Maggio 04, 2007, 03:08:01 pm »
Pur prive di squadre italiane, le final four di eurolega che iniziano oggi hanno due team allenati da due Coach di casa nostra. Ettore Messina, il mio preferito tra gli europei e Sergio Scariolo. Inutile fare le presentazioni dei due. In Italia li conoscerete per essersi affrontati anche nel derby di basket city diversi anni fa.

Messina tenta il bis con CSKA, mentre Scariolo porta per la prima volta ad una fase finale Malaga.
L'altra semifinale, sicuramente più bella per tasso tecnico, mette di fronti gli allenatori più vincenti d'europa. Obradovic, col suo Panathinaikos favoritissimo, soprattutto perchè Atene ospita l'evento, e Maljkovic, uno che vent'anni fa ha vinto molte euroleghe e che ci riprova con il TAU Vitoria.
Curioso come molti alteti che hanno militato in Italia siano a roster di queste squadre, ben 13 giocatori, tra i quali Andersen e Smodis che con Messina hanno fatto grandi cose nella Virtus Bologna.

Ovviamente l'assenza dell'Italia è dovuta non solo al fatto di avere dei budget più bassi, rispetto a potenze come la Spagna e ad alcune della Grecia, ma della scarsa organizzazione di un sistema nel quale i dirigenti non riescono più a reperire risorse e giocatori che possano competere in termini di risultati. Non è un caso che il nostro campionato sia il più brutto, dal punto di vista del gioco, degli ultimi anni.
Stasera invece si vedrà grande basket, per chi ha Sky. Prima partita alle 17,30 (CSKA-Malaga) sul canale 202, alle 20,30 sul canale 204 l'altra semifinale.

Chi ama schiacciate e uno vs uno ( o contro 3/4 a volte, se si chiama Wade o James) non potrà appassionarsi ai tatticismi e giochi di squadra che opporanno queste due squadre formate da giocatori, tra i quali diversi passeranno dall'altre parte dell'oceano. Non è un caso che l'Eurolega sia diventata un "serbatoio" dell'NBA per scegliere al draft i migliori prospetti europei.
Quindi, per chi la vedrà, buon basket a tutti.  ;)

Offline Cobain

  • Il Fondatore
  • MVP
  • *******
  • Post: 9.297
  • Born to be wild
    • Modena Web Design
  • Calcio: AC Milan
  • MLB: What?
  • NBA: LA Lakers
  • NCAA F: Mmm!
  • NFL: Pittsburgh Steelers
  • NHL: Uh?
Re: EUROLEAGUE Basketball
« Risposta #1 il: Maggio 04, 2007, 03:10:07 pm »
Con Ettore Messina ho visto la miglior Virtus di sempre, quella del ritorno di Danilovic dall'olimpo NBA, quella di Savic e Rigadeu, o di Nesterovic e Abbio...inutile dire che faccio il tifo per lui...

...però, come mai ci stanno cancellando dalla faccia dell'europa noi italiani nel basket?! Una volta non era cosi, colpa veramente dei budget?!
My football collection: http://nfiforum.altervista.org/index.php?topic=7501.msg321791#msg321791
Gente che non viene più qua, perdendo rapporti ed amicizie con altre persone, pensando di fare un torto a me o di mettermela nel culo: ma come siete messi?

Offline Davide

  • Veteran
  • ***
  • Post: 3.375
Re: EUROLEAGUE Basketball
« Risposta #2 il: Maggio 04, 2007, 03:24:24 pm »
Con Ettore Messina ho visto la miglior Virtus di sempre, quella del ritorno di Danilovic dall'olimpo NBA, quella di Savic e Rigadeu, o di Nesterovic e Abbio...inutile dire che faccio il tifo per lui...

...però, come mai ci stanno cancellando dalla faccia dell'europa noi italiani nel basket?! Una volta non era cosi, colpa veramente dei budget?!

Prossimo ad andare ad allenare nella NBA :fiu: ...se non è l'anno prossimo è fra due al massimo ;)
e sono sicuro che farà non bene, ma strabene!
i coach  americani hanno proprio bisogno di qualcuno che gli dia una "svegliata"...

Offline AldomasterJ

  • Junior
  • **
  • Post: 400
Re: EUROLEAGUE Basketball
« Risposta #3 il: Maggio 04, 2007, 03:30:55 pm »
Non solo il budget, come ho detto i motivi sono anche dovuti alle scelte dei dirigenti su giocatori stranieri.
A volte vengono pescate delle "bufale" o si guarda solo a statistiche prese su campionati di terza fascia americana.
A volte quelli bravi c'è l'hai in casa e non te ne accorgi. Adesso tanti italiani stanno cominciando a crescere e avremo sicuramente una nazionale di talento. Bargnani-Belinelli-DaTome e senza dubbio quello che a mio avviso sarà il più bel giocatore da vedere, Gallinari.
E tornando sugli stranieri, in Lega2, o A2 come preferite, ci sono stranieri decisamente più bravi di quelli che si trovano al piano superiore, ma vengono snobbati. Poi li vediamo ad altri team europei, o in Nba e molti pensano perchè non sono stati ingaggiati in serie A.
Poi c'è il discorso della programmazione e della pianificazione degli obiettivi. Attualmente Milano e Roma avrebbero le opportunità per far bene nella prossima Eurolega, ma non hanno un'organizzazione adatta a pianificare. Sulla Lottomatica, meglio stendere un velo pietoso. Probabilmente il presidente ha utilizzato lo stesso budget, se non superiore di Malaga, buttando via i soldi dalla finestra. Inutile citare i fatti, i risultati sono agli occhi di tutti. E se non cambiano queste cose, non si può svoltare positivamente a breve.

Offline AldomasterJ

  • Junior
  • **
  • Post: 400
Re: EUROLEAGUE Basketball
« Risposta #4 il: Maggio 04, 2007, 03:38:13 pm »
Prossimo ad andare ad allenare nella NBA :fiu: ...se non è l'anno prossimo è fra due al massimo ;)
e sono sicuro che farà non bene, ma strabene!
i coach  americani hanno proprio bisogno di qualcuno che gli dia una "svegliata"...

C'è già un Coach (tale D'Antoni) che ha rivoluzionato il modo di giocare a basket, ma sono i giocatori che devono darsi una svegliata. Quelle star che meditano di esserlo solo nei loro campi "larghi" e soffrono gli schemi su campi "stretti" d'Europa e fanno delle figure di merda come il team USa degli ultimi anni.
Se non cambia la loro testa, ammesso che la abbiano alcuni di questi, di pensare che si gioca in 5 e non palla a me e ci penso io, allora il basket americano sarà sempre questo.
Pensate a Messina a Toronto. Può amare uno come TJ che si prende dei tiri senza ritmo sistematicamente? O a Bosh che quando riceve parte e non vede altro e segna solo al suo straordinario talento? Con Messina gente come Bosh avrebbe solo da imparare e migliorerebbe anche dal punto di vista della comprensione del gioco. Un gioco che deve avere dei ritmi, non sempre alti o bassi, ma alterni. Coach Nelson qualcosa di positivo è riuscito a farlo a Golden State, ma ha sempre delle star (Richardson) che sono innamorati della palla.
Un play giusto per Messina è Kidd...oppure quello che ha a Mosca Papalukas, quel "numero 6" che gli americani si ricordano bene come faceva i pick n'roll con Schortianidis ai mondiali. Troppo stupidi Howard e Wade per capire che faceva sempre lo stesso gioco.  ;D