NFL Fans Italia > NFL: Topics Ufficiali delle Squadre

Fino all'ultimo bisonte...Buffalo Bills Again!!!

<< < (1562/1579) > >>

ugolhk1979:
❤️VOLTI NUOVI #3💙

di Andrea Milton Grandi



NOME: JOSH NORMAN
RUOLO: CORNERBACK
ETÀ: 32
MESAUREMENT: 6'0" 200 lb
DRAFT: 2012 5th ROUND PANTHERS
PROVENIENZA: WASHINGTON REDSKINS
CONTRATTO: 1 ANNO FINO A 8 MILIONI CON BONUS

Oggi parliamo di Josh Norman, per capire meglio quale Josh Norman arriverà nella queen city dovremmo fare qualche indagine retrospettiva.
Rookie 24enne, non giovanissimo, quinto giro, si notano subito fin dall'east west shrine game e senior bowl dei flash di brillantezza e qualche lacuna nelle fasi di gioco. Non parliamo per capirci di un cb eccezionale nella copertura a uomo, molto meglio quando può girare la faccia al campo e leggere tracce concept e qb eyes in cover zone.

La storia poi dice che nei Panthers dopo 4 anni nella lega il nostro ragazzo è uno dei migliori corner della NFL per rendimento.
Quello che oggi è White per i Bills 5 anni fa era Norman per i Panthers che con un 15-1 volarono al SB, la testa di Norman allora gli disse di andare in guerra con chi gli diede la TAG anziché il contrattone subito (Dave Gettleman, del quale Beane era assistente), il risultato della guerra fu che la TAG venne annullata, Norman diventa Free agents e di riflesso il CB più pagato a Washington (pro memoria per Tre su come non affrontare il rinnovo, ma siamo certi che la storia sarà diversa).

Washington, tre anni neanche malissimo, seppur in leggero calo costante, e sopratutto non in linea con le aspettative, uno schema difensivo cucito su misura per qualcun altro, una squadra che ha qualcosa che non va dentro e fuori dal campo, un preludio ad un 2019 che segnano il punto più basso per la franchigia della capitale e di rimbalzo per Norman, che gioca anche metà stagione acciaccato e in un contesto di sbando totale.
Dopo una chiacchierata e un pranzo con i Bills, Beane, (per il quale Norman ha sempre espresso grande supporto) lo porta a Buffalo con un annuale da 6 milioni (8 con incentivi ).
Ora, i più scaltri e astuti di voi avranno notato che l'attuale head coach dei Bills è lo stesso che fu Defensive coordinator per quattro anni ai Panthers quando Norman giocava li.
Questa coincidenza in realtà non è una coincidenza.

La situazione è che oggi i Bills possano aiutare Norman più di quanto Norman serva effettivamente ai Bills, questo oggi, con negli occhi il giocatore del 2019, Però è vero anche che ne Norman ne i Bills vogliono vedere questa versione e i presupposti per un bounce back ci sono.
Innanzitutto la difesa, pur introducendo negli anni concetti di press e man blitz è fortemente orientata su concetti di zone cover che permetteranno a Norman, qualora vincesse lo spot di CB #2, di poter giocare sulle proprie forze e non esposto, l'intelligenza e la capacita di lettura e reazione sono di primissimo livello, la capacità di giocare le corse sono buone, sopratutto tutto il reparto delle secondarie è decisamente buono e rodato in uno schema che necessita di grande e perfetta comunicazione e nel quale Norman dovrebbe entrare senza problemi, e portare una componente di esperienza e carisma importante, a beneficio anche di tutta quanta la difesa.

Norman sarà in una competizione aperta per il ruolo opposto a White con Levi Wallace, ingenerosamente considerato l'anello debole (parliamo di un ragazzo con solo due stagioni, non intere, una sorprendente e una con qualche flessione di rendimento a metà), Wallace non è un mostro di atleticita' ma un cornerback intelligente e buono nello schema, e probabilmente con EJ Gaines, possibile terzo incomodo con un 2017 veramente buono in questa difesa, ma con una lista di infortuni che per ora difficilmente lo rendono un vero contender.
Ad oggi non possiamo neanche escludere l'idea di un tandem sulla falsariga di quanto visto nella seconda parte di stagione con Kevin Johnson e Levi Wallace.
Il mio euro va su Norman che vince il posto, la cosa buona è che dovrà solo giocare, non sarà più il cb più pagato della lega chiamato ad essere il volto della difesa, ma solo 1/11 di un reparto gia solido, in uno schema che può solo aiutarlo.

Dicevo che oggi i l Bills possano aiutare Norman più di quanto Norman serva ai Bills, ma, il tornaconto se tutto (aspetto fisico e mentale) andasse bene per i Bills è altissimo, non penso al cornerback dei Panthers del 2015, quello non è possibile, ma un #2 di alto livello capace di massimizzare con la propria intelligenza il talento di tutta la difesa in generale.
Esiste la possibilità che vada male, e nel caso saremmo comunque uguale ad oggi, ma visto che ho un euro puntato sul fatto che avremo un buon tornaconto non sarà un esperimento fallito.

 :ehm: :ehm: :ehm: :ehm: :ehm: :ehm: :ehm: :ehm: :ehm: :ehm: :ehm: :ehm:

Pagina facebook Bills Backers Italy

Buffalo78:
Il mercato dei Bills mi pare coerente rispetto alle scorse stagioni.
Un operazione importante(Diggs) per dare ad Allen mani di qualità...che con Brown, Beasley e Knox (che mi aspetto faccia un ulteriore step) diventa un reparto ricevitori degno di un aspirante alla vittoria divisionale. Operazioni di medio-piccolo cabotaggio per puntellare Ol e difesa...che nelle ultime stagioni sono state quelle dal tornaconto più alto. Restano alcune incognite. La sostituzione di Gore...tra Fa e draft un paio di Rb dovrebbero arrivare. La sostituzione più ardua sarà quella di Phillips, Oliver avrà più spazio ma le caratteristiche mi paiono troppo diverse.

ugolhk1979:

--- Citazione da: Buffalo78 - Aprile 03, 2020, 12:52:39 pm ---Il mercato dei Bills mi pare coerente rispetto alle scorse stagioni.
Un operazione importante(Diggs) per dare ad Allen mani di qualità...che con Brown, Beasley e Knox (che mi aspetto faccia un ulteriore step) diventa un reparto ricevitori degno di un aspirante alla vittoria divisionale. Operazioni di medio-piccolo cabotaggio per puntellare Ol e difesa...che nelle ultime stagioni sono state quelle dal tornaconto più alto. Restano alcune incognite. La sostituzione di Gore...tra Fa e draft un paio di Rb dovrebbero arrivare. La sostituzione più ardua sarà quella di Phillips, Oliver avrà più spazio ma le caratteristiche mi paiono troppo diverse.

--- Termina citazione ---

E' sicuramente indubbio che la batteria di WR concessa ad Allen, lo metterà ancor di più nella condizione di farci capire se potrà essere un Franchise o no...questo terzo anno sarà per lui decisivo.

ugolhk1979:
TANTO PER PARLARE DI FOOTBALL

 :stillers:Pagina facebook Bills Backers Italy :stillers:

di: Andrea Milton Grandi

Stavo preparando la scheda di Daryl Williams, al che mi sono detto che è difficile inquadrare un giocatore di linea offensiva senza esaminare il contesto generico, quindi esco per un po' dal consueto canone di analisi, che riprenderò, per parlare di una cosa che potrebbe essere un tormentone ricorrente questa estate, la linea offensiva, in particolare la parte destra, in particolare Cody Ford.
Ora, io sono molto contento della Pick di Ford, il fatto di aver giocato tutte e 17 le partite da starter è una gran cosa, i problemi visti sono normali e fisiologici per un rookie messo e right tackle, ruolo emblematico dell'evoluzione del gioco.

Una volta, non molti anni fa, a destra (con qb righthanded) ci andava quello grosso e pesante, un trattore spazzaneve che poi era buono perché in pass protection serviva più tempo ad aggirarlo e se la cavava con aiuti di TE, RB o anche solo dal fatto che il QB da quella parte vedeva abbastanza da compensare quello che si perdeva rispetto al vantaggio che si poteva ricavare quando si decideva di correre.

Ora non è più così, i tight end sono più magri, più veloci, più ricevitori, spesso neanche tanto "tight" ma molto "large" negli slot, se non addirittura wide out. I RB giocano check release o addirittura corrono tracce "primarie", le difese hanno iniziato a mettere i loro difensori più abili nel pass rush sul lato forte, quello una volta dedicato ad equilibrare lo squilibrio di uomini con gente più pesante e abile nel disincagliarsi dai blocchi, oppure con subpackages "leggeri" proprio per attaccare il "tackle scarso".
Quindi tutta questa lunga e noiosa premessa per dire che oggi un facile di destra necessitano di essere più atletici più pass protection ecc.
Cosi dicono gli esperti, prendiamo sta cosa per vera, anche se il discorso riguarda tutto il gioco in generale non tanto il right tackle e sarebbe da approfondire più specificatamente.
Detto ciò arriviamo al nocciolo, Cody Ford, premessa, se non fosse in grado di giocare tackle a destra non giocherebbe tackle a destra.
Per me ha potenziale importante come right tackle, non sarà forse mai del tutto a suo agio da solo contro i migliori edge del circo ma può tenere bene e crescerà tanto. Quindi, potremmo finire qui, ma non è cosi semplice.
Torno un passo indietro, l'evoluzione del gioco detta prima, se per il tackle è stata cosi importante, ancor di più vale per le guardie, si può provare a gestire una pressione che arriva da lontano ma un qb non può nulla se un DT o un blitz arriva dritto in faccia dai gap più interni.

Tutto per chiedersi se Cody Ford sia meglio a tackle o guardia.
Passo indietro, Oklahoma Sooners (stessa alma mater di Daryl Williams, ultimo arrivato), Ford è guardia, un infortunio grave lo ferma subito, ma i tape di Ford a guardia sono quelli di un futuro fenomeno nel ruolo, il 2018 lo vede a right tackle dove si evidenzia ancor di più la "ferocia" nel chiudere i blocchi e la capacita di "spostare" ma giocoforza quello che rimane il grosso limite , comune a molti suoi colleghi che giocano intorno ai 150kg, il footwork, non un problema nella Big12, un po' di più in NFL sopratutto all'inizio quando tutti vanno ad un altra velocità.

La storia recente la conosciamo, un anno da rookie da starter in staffetta con Nseckhe, ovviamente la consistenza non è stata la peculiarità, parliamo di un rookie, ma l'annata non può che essere servita a temprare mentalmente e fisicamente il ragazzo che ha mostrato la capacita di "spostare", il pezzo forte della casa e anche una buona capacità di usare bene tutta l'estensione delle braccia per riuscire a tenere "pulita" la tasca per Allen, ma allo stesso tempo una velocità di piedi e talvolta di hand placement che hanno portato a 8 sack 1 qb hit e 26 pressures, 10 penalità delle quali 5 holding.

Ora, Buffalo presenta un reparto tackle con Dawkins certo a sinistra , poi Ford Nseckhe e Williams, per ora metto Williams a right tackle, il ruolo di guardia sinistra sta a Spain il ruolo di guardia destra a Feliciano, la parte sinistra è blindata Morse è il centro, abbiamo Feliciano Ford Williams e Nseckhe per due posti, Ford giocherà perché dei 4 è il migliore come qualità ed età, il miglior right tackle ora? Forse si anche, ma non è detto.
Williams e Nseckhe sani hanno mostrato una grande consistenza in passato, Williams, 28 anni, nel 2017 prima di un tremendo infortunio dal quale sembra essersi ripreso fisicamente e mentalmente solo sul finire dell'anno scorso (anche sabotato dai Panthers che per rendere facile il ritorno gli van fatto fare 12 partite in 4 spot differenti), Nseckhe senza quei piccoli fastidi è stato forse un po' più costante e sopratutto in protection meno esposto di Ford, però gira i 34 anni ma è il migliore in grado di giocare a sinistra, in un amen, in necessità.
Feliciano viene da una annata buona, ha una grande dote che è la capacità di giocare guardia o centro senza troppo calo, idealmente è il profilo ideale come swing inside lineman.
Per ora non pensiamo al draft che potrebbe aggiungere nuove pedine al gioco.
Si tratta di capire i migliori 5 e la migliore combinazione possibile.

Per parlare di Ford guardia ora abbiamo poco, se non scouting dal college, profilo atletico e una partita di preseason l'anno scorso.
Partiamo dalla partita coi Colts, con tutte le pinze e le molle del caso, preseason ovviamente, riprendo il giudizio di Sal Capaccio

"What I was most impressed with was Ford’s awareness, which I noted a couple of times. He had a very good understanding of where defenders were going from, and who to help and when to do it. He never looked lost or searching for answers. He’s a really strong guy and that certainly comes out when he gets his hands on a defensive player and can just lock him out or drive him, which he did several times. Where I thought he struggled was when he was trying to read the defensive tackle at the snap, causing him to be slower to react to the defender’s first move, putting him on the defensive and at a disadvantageous position."

Di sicuro, aggiungo io, i problemi di footwork, nel marasma del traffico che c'è in mezzo sono meno evidenziati, il baricentro basso, Ford sta a 6'4" scarsi, 6'36," per l'esattezza (per 330lb) un po' sotto lo standard da tackle anche se il Wingspan compensa il tutto, aiuta ancor di più contro i rusher interni.
Di quella partita ricordo sopratutto che il gioco di Ford da guardia con gli starter aveva impressionato di più che il gioco da tackle con le seconde linee.
Da allora però, un po' per convenienza, opportunità e continuità Ford non si è più mosso da right tackle.

Sugli scout di college si è gia detto, ogni uno ripeteva bene o male le stesse cose, rightackle puro, con potenziale da guardia da All-Pro, lasciando la discrezione della scelta a staff e schemi della futura franchigia.
Aggiungo io, il fatto di scivolare fuori dai 32 è poi ancora giù per me è sintomatico che per la maggior parte Ford fosse una guardia.
Non più tardi di Febbraio nessun mock lo dava dopo la 15.
Queste le parole di Bedenbaugh, offensive line coach di Ford,

"Now I’ve never coached in the NFL. But I would start him at tackle. I think he’s an all-pro guard, and he can play tackle.”

Più interessante il discorso sul profilo fisico.
Ho gia accennato che come parametri abbiamo una guardia fatta e finita.
La cosa che ho trovato più interessante è un altra, analizzando i profili atletici più prossimi a Ford attraverso i vari siti analitici escono i tre nomi più vicini.
Andrew Norwell, Anthony Davis, Gabe Jackson.
Davis è stato poco nella lega ma è stato il (buonissimo) right tackle dei 49ers di Harbaugh e Kaepernick.
Norwell è un ottima guardia che ha avuto o sta avendo una carriera da top nel ruolo. Norwell non era un gran prospetto in uscita da Ohio State ma poi fu firmato come undrafted da Carolina.. (vi dice qualcosa?)
interessante anche l'altro nome, Gabe Jackson possente guardia da Mississipi State, carriera con i primissimi anni eccellenti poi qualche infortunio, ma parliamo di una guardia che sarebbe titolare in 32 franchigie, Bobby Jackson era ai Raiders come TE coaches con un occhio interessato di sicuro alla linea e diciamo che può aver visto come sfruttare un giocatore del genere internamente massimizzando le forze di questo tipo di prospetti.

Di sicuro Ford partirà tackle, ma, per quanto Buffalo giustamente ama il giocatore Ford non è detto che sia cosi attaccata al giocatore Ford tackle, di certo l'anno da rookie ha temprato fisico e mente, ma sarà interessante vedere durante l'estate l'evolversi della situazione, a mio parere Ford sarebbe una forza devastante a guardia, running game in primis ma anche pass protection, però è anche vero che il valore di un buon tackle oggi è ancora maggiore a quello di una buona guardia.
Molto entra in gioco, dalla salute di Williams e Nseckhe alla crescita dello stesso Ford o di Feliciano che però non credo possa fare meglio di così.

Avremo modo di parlare...

#gobills #bills #buffalobills #billsmafia #letsgobuffalo #onebuffalo

ugolhk1979:
LA SITUAZIONE CORNERBACK OGGI E DOMANI
Pagina facebook Bills Backers Italy

_di: Davide Lecchi

LA SITUAZIONE ATTUALE:

Di solito si inizia con le certezze ma qui iniziamo con il ruolo della CB room dove ce ne sono di meno cioè il CB #2 .
E' competizione aperta tra Josh Norman, Levi Wallace ed EJ Gaines con il primo ovviamente favorito. Tutti e tre conoscono il playbook e giocano nello schema in cui hanno fatto il miglior anno da professionisti e il ruolo è adeguatamente coperto con un veterano che deve rilanciarsi (Norman), Wallace che nel 2018 (da undrafted) ha vinto il posto e da EJ Gaines, ovvero il nostro starter 2017, che ha una storia di infortuni recenti, che lo rendono lo sfavorito seppure ha anche la possibilità di giocare nickel.
Con tutta probabilità Norman sarà lo starter e Wallace il backup ma non è da escludere una staffetta sulla falsariga dello scorso anno (tra Kevin Johnson, ora ai Browns, e Wallace).
I nostri nickel CB sono gli stessi dello scorso anno, con Taron Johnson favorito su Siran Neal che, l'anno scorso, ha fatto buone partite al posto di Taron che purtroppo ha un problema di infortuni ricorrenti.
Sul CB #1 c'è poco da scrivere: White è un giocatore straordinario (probabilmente il migliore dei Bills) e i segnali dicono che sarà in squadra per tanti anni.

A questa lista va aggiunto Cam Lewis, che è chiaramente un giocatore di profondità con poca (o nessuna) speranza di fare il roster e altri che arriveranno per completare il roster dei 90 e che saluteranno facilmente al taglio dei 53.

IL RUOLO IN OTTICA DRAFT:

E' quindi impossibile un CB al draft visto che la room sembra completa e competitiva?
No un CB al draft non è impossibile anzi è probabile per diversi motivi:
- I contratti di Norman e Gaines sono annuali e in scadenza a fine anno così come quello di Wallace (che sarà rinnovato nel 2021 come RFA a cifre davvero basse)
- Taron Johnson non è ancora riuscito a giocare un'intera stagione a causa degli infortuni
- Tra non molto bisognerà pagare White e sarà necessario risparmiare nel ruolo
- Lo scorso anno non abbiamo draftato un CB e, come si suol dire, i CB non sono mai troppi e un'iniezione di gioventù non fa mai male

Le possibilità al draft sono diverse poiché, avendo ormai una solida ossatura di squadra e profondità diffusa, possiamo veramente pensare al miglior giocatore disponibile, a discapito del ruolo.
In questa ottica non è da escludere anche un CB alla pick 54 che sia adatto alla zone coverage e che, nella migliore delle ipotesi, vada ad insidiare lo starting job dei sopracitati o che comunque abbia il potenziale per diventare uno starter.

IL CONTESTO FINANZIARIO:

In questo momento il ruolo di CB costa ai Bills relativamente poco considerato che White e Johnson hanno contratti da rookie che consistono in 3.2M $ a White e 900.000 $ a Johnson. A questi vanno aggiunti i contratti di Norman, 6M $ con incentivi fino a 8, quello di Wallace da 750.000 $, quello di Gaines che dovrebbe attestarsi tra 1 o 2M (le cifre non sono ancora pubbliche) e quello di Neal da 800.000 $.
Possiamo quindi dire che tutta la CB room ha un impatto di circa 13-15 M $ ma la cosa non potrà durare a lungo. Il rinnovo di White, che deve essere raggiunto tassativamente, vede cifre monstre sul piatto. Si parla di un contratto tra i 15 e i 18M $ all'anno per il rinnovo di uno dei migliori CB della lega e, da qui, nasce la necessità di trovare risposte giovani nel ruolo con il beneficio del contratto da rookie.

COSA ASPETTARSI IL PROSSIMO ANNO:

Non possiamo avere grandi certezze fuori White e si delineano perciò diversi scenari su come si gestirà la cosa, tutti figli di come andrà il draft e ovviamente la stagione.
Anche se Norman facesse una buona stagione probabilmente chiederebbe un rinnovo a cifre non scontate e sappiamo che Beane non ama strapagare. Norman in più potrebbe andare dal miglior offerente a chiudere la carriera visto che si parla del suo ultimo contratto o quasi.
Levi Wallace ha ancora margini di miglioramento ma lo scorso anno ha avuto anche delle difficoltà e, dopo aver iniziato la stagione da starter, abbiamo assistito ad una rotazione con Kevin Johnson che ha guadagnato la maggioranza degli snap.
EJ Gaines sembra essere stato firmato per la conoscenza dello schema e dell'ambiente ma i suoi infortuni non lo proiettano nel nostro futuro.
Taron Johnson (in scadenza a alla fine della stagione 2021) fatica a rimanere in salute e siamo certi che, se le cose non cambiano, Beane ci penserà due volte prima di fargli firmare un contratto remunerativo o meno. Siran Neal ha coperto un ruolo da backup e nello special team e non sembra, almeno per ora, essere un potenziale starter nel ruolo di nickel.

Potremmo trovare delle risposte con un CB in questo draft, soprattutto se pescato presto, così come nel draft 2021 ma non è da escludere una firma di un veterano nel 2021 in stile Norman, che faccia da ponte fino al rinnovo di White e nell'attesa di trovare una risposta convincente a cifre accettabili come CB opposto all'ex LSU.
In ogni caso la fiducia in Beane e McDermott, soprattutto sulla costruzione difensiva del team, ci dice di stare tranquilli.
Arriverà certamente il momento di fare delle scelte, anche dolorose, quando bisognerà pagare i migliori giocatori che abbiamo draftato. Siamo sicuri che Beane, ora che non c'è più necessità quantitativa di giocatori ma qualitativa, saprà “giocare” bene con il sistema delle compensatory pick nel caso dell'addio in free agency di qualche giocatore, garantendosi pick che gli permettano di muoversi al draft o nelle trade negli anni a venire.


#gobills #bills #buffalobills #billsmafia #letsgobuffalo #onebuffalo

Navigazione

[0] Indice dei post

[#] Pagina successiva

[*] Pagina precedente

Vai alla versione completa