Autore Topic: Warriors Bologna  (Letto 12483 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline maz

  • Senior
  • **
  • Post: 560
Re: Warriors Bologna
« Risposta #120 il: Dicembre 14, 2008, 04:15:47 pm »
Leclerc Warriors: è Youngbowl !


 Per il terzo anno consecutivo, i Warriors Bologna raggiungono la finalissima per il titolo italiano under 21.
Vincenti nel 2006 contro i romani dei Marines Lazio e sconfitti l'anno successivo contro gli Hogs di Reggio Emilia.
La storia si ripete e, questa sera, si saprà già contro chi bisognerà affilare tutte le armi. Ancora i fortissimi Hogs, oppure la rivelazione dell'anno, quei Frogs di Legnano da un passato remoto grandioso ?
A questo punto poco importa, comunque andrà l'altra semifinale sarà una partita durissima, dove entrambe le contendenti avranno la possibilità di vincere o perdere in base a qualche giocata eccezionale oppure a qualche errore devastante.
La semifinale contro i Redskins di Verona (grande società con entrambe le formazioni junior, 17 e 21, alle semifinali italiane, a conferma di un ottimo programma di sviluppo giovanile che grandi risultati porterà per il futuro) è partita subito in discesa per i blu bolognesi, con Mattia Parlangeli a ritornare per 65 yards il calcio d'inizio direttamente in t.d. grazie ad un ottimo special team disposto sul campo dal coach Giacomo Sacco. Poi, durante l'incontro, i Warriors hanno avuto modo di segnare altre 4 volte con Patierno, grande corsa per lui di 40 yards, con Matteo Busi, il carismatico q.b. con una corsa di 11 yards ed altre due volte con Mattia Parlangeli, una altro ritorno di calcio per 73 yards e una corsa di 37; tre dei 5 t.d. sono stati trasformati dall'ottimo Ravens Guerrini, che conferma la sua precisa freddezza nei momenti importantissimi dopo la realizzazione.
Una grande difesa ha chiuso i buchi di un attacco avversario che ha cercato in tutti i modi di creare fastidio, ma la "armonia agonistica" disposta sul campo dagli allenatori ha limitato di parecchio i possibili danni. Anche i Redskins hanno meritatamente segnato con il receiver Grandi, ben pescato dal q.b. Cambi per 13 yards.
" Terzo anno di finale" commenta felice il presidente Benassi "la fortuna è indispensabile in questo caso, ma ritengo che i ragazzi, la società ed i tifosi abbiano fatto il proprio compito. Ognuno ha contribuito a costruire quell'impianto che questa sera si è potuto vedere sul campo ed intorno allo stesso, dove tante persone collaborano per dare del team dei Leclerc Warriors un'immagine vincente ed organizzata". Parlando della finalissima il presidente continua " Non so cosa succederà il prossimo weekend, ma sono fiducioso, come sempre, che i ragazzi daranno il massimo, e so bene quante doti possono esprimere i giocatori bolognesi. Certo che, chiunque ci troveremo di fronte, sarà una battaglia durissima perchè so bene che anche loro avranno percorso la strada fino allo Youngbowl con lo stesso nostro impegno ed avranno le stesse attese che avranno i Warriors. Ma alla fine, come sempre, sarà soltanto una a sollevare il trofeo nazionale, ed io conto molto che quella coppa non vada ad oltre 5 metri dalla nostra sede. Poi, per tutto il resto, si vedrà; intanto noi ci siamo e molti altri no, significherà pur qualcosa tutto questo?".
L'ultima settimana di lavoro, durissimo e, forse, in condizioni metereologiche non favorevoli, ma questo aspetto è assolutamente l'ultimo dei problemi perchè l'obiettivo è troppo importante per preoccuparsi di che freddo fa.
Come ha detto un giocatore nel dopo partita, "perchè era umido questa sera? Io non me ne sono accorto, avevo un altro pensiero molto più importante davanti, avevo uno che la pensava esattamente al contrario di me e non ho avuto tempo di capire cosa succedeva intorno".
Anche questo è il segnale della tensione agonistica e della determinazione che serve, poi, succeda quel che succeda, ma i Warriors ci sono e ci saranno!
non lasciare mai che la paura di perdere ti impedisca di vincere!
ogni maledetta domenica o si vince o si perde resta da vedere se si vince o si perde da uomini!

Offline maz

  • Senior
  • **
  • Post: 560
Re: Warriors Bologna
« Risposta #121 il: Marzo 24, 2009, 02:53:32 pm »
Citazione
Due quarti e mezzo alla pari con i vice campioni d’Italia e favoriti per lo scudetto 2009, i Giants Bolzano, poi gli Hi-Tech Media Warriors hanno pagato caro un blackout durato circa un quarto: finisce 40-20 per i bolzanini in un Alfheim Field carico per l’esordio in campionato dei Guerrieri e popolato da circa 1.500 persone nonostante la temperatura invernale. Tribuna della Lunetta Gamberini coloratissima e in estasi per l’inizio fulminante dei Guerrieri di Simrell, che bloccano il primo drive dei Giants e vanno a segno con Magrini (stupendo td pass da 60 yards di Meyer) per il 7-0 trasformato da Guerra. I Giants però reagiscono e trovano il touchdown su una combinazione Marty-Panzani, ma i Warriors bloccano il calcio addizionale ed è 7-6. Poco dopo, però, la difesa trentina ha buon gioco e i Giants passano ancora sull’asse Marty-Panzani, che va anche a segno per la trasformazione da due punti per il 14-7 su cui si arriva all’intervallo. Al rientro in campo i Warriors sfruttano alla grande il loro drive e escono da una situazione complicata con un bel lancio di Meyer per Parlangeli che riceve in end zone per il 14-14 (trasforma Guerra). Qui però i Giants si dimostrano i favoriti per lo scudetto e soprattutto i Warriors si spengono, in attacco ma anche in difesa: vanno a segno Greene, Piva e ancora Greene, tre touchdown degli ex che di fatto chiudono la contesa. Nel finale va a segno anche Panzani, coach Simrell dà spazio ad alcuni giovani come Kouamelan e il qb Busi e proprio quest’ultimo trova il lancio giusto per Parlangeli che firma il 40-20 finale.

Nel dopogara coach Simrell guarda il bicchiere mezzo pieno:
“Sono orgoglioso di quello che hanno fatto i miei ragazzi, che per oltre metà gara hanno giocato alla pari contro una grandissima squadra. Noi eravamo alla prima partita, loro alla terza: in questo avevamo dei vantaggi, perché sapevamo come giocano loro e loro non sapevamo come giochiamo noi, ma anche degli svantaggi, perché loro avevano meccanismi più oliati e noi abbiamo commesso errori tipici della prima partita di campionato. Ci aspetta una stagione lunga in cui c’è tanto da lavorare: dobbiamo prendere quanto di buono abbiamo fatto contro i Giants e lavorare per correggere i nostri errori”.
Ottimista anche il presidente Maurizio Benassi: “E’ una sconfitta che ci sta, specialmente se pensiamo che eravamo alla prima partita e ci sono tanti dettagli da limare. Per due quarti e mezzo ho visto una squadra lottare alla pari contro i Giants e questo mi conforta, poi purtroppo ci siamo un po’ spenti e siamo stati puniti da grandi campioni che conosciamo bene, avendoli avuti ai Warriors. Ora ci attendono quattro trasferte in fila, alcune delle quali decisamente toste: è un calendario particolarmente duro ma vogliamo farci onore”.

non lasciare mai che la paura di perdere ti impedisca di vincere!
ogni maledetta domenica o si vince o si perde resta da vedere se si vince o si perde da uomini!

Offline maz

  • Senior
  • **
  • Post: 560
Re: Warriors Bologna
« Risposta #122 il: Aprile 05, 2009, 05:59:54 pm »
Citazione
Al secondo tentativo, gli Hi-Tech Media Warriors conquistano la prima vittoria stagionale passando 25-13 sul campo degli Elephants Catania. Gli uomini di coach Simrell sono usciti nel momento cruciale della partita, l'ultimo quarto, quando hanno messo a segno le giocate vincenti con una difesa che è decisamente salita di colpi all'interno di una gara non priva di difficoltà per gli infortuni nel primo quarto ai due principale ricevitori della squadra, Mattia Parlangeli e Marco Magrini. I padroni di casa si erano presentati all'ultima frazione in vantaggio 13-12, ma i Guerrieri hanno avuto una reazione d'orgoglio da grande squadra ribaltando il risultato. Prima con un touchdown di “Cisco” Giuliani a mettere la freccia (13-18), poi con l'intercetto di Caleb Meyer, il quarterback americano che gioca anche in difesa come defensive back, riportato fino alle 9 yards avversarie. Da lì è partito il drive decisivo, trasformato in meta ancora da Tommaso Arena per il 13-25 conclusivo in seguito al punto aggiuntivo realizzato da Masi. Una grande giocata di Meyer che si è fatto perdonare l'intecetto subito sulla prima azione del match e riportato direttamente in meta dai siciliani per il vantaggio inizale (7-0). Davanti a un buon pubblico con tanti militari americani della base di Sigonella a rendere l'atmosfera quasi da campus universitario, i Guerrieri hanno giusto il tempo di riprendersi dallo choc e vanno a segno con il giovane Matteo Busi, quarterback schierato come ricevitore per gli infortuni di Magrini e Parlangeli, che fa 7-6 perché la trasformazione viene fallita. Intanto comincia ad aumentare l'efficacia della difesa Warriors, che ferma diverse offensive catanesi dando così la possibilità all'attacco di trovare il feeling con la gara per poi scardinare il muro catanese andando al sorpasso (7-12) con una corsa di Arena. Si va all'intervallo con i Warriors in vantaggio, ma nella ripresa Catania non demorde alla ricerca della prima vittoria stagionale dopo due sconfitte di fila. Il touchdown del 13-12 illude i catanesi, ma quando il gioco si fa duro i Guerrieri cominciano a giocare sul serio con un quarto periodo che riempie d'orgoglio coach Simrell. I Warriors sono praticamente perfetti in difesa e sfoderano il meglio del repertorio, volando due volte in end-zone per coronare la lunga trasferta con il primo successo dell'anno.
non lasciare mai che la paura di perdere ti impedisca di vincere!
ogni maledetta domenica o si vince o si perde resta da vedere se si vince o si perde da uomini!

Offline Jestor Socker

  • Sophomore
  • **
  • Post: 118
Re: Warriors Bologna
« Risposta #123 il: Marzo 23, 2010, 06:09:18 pm »
E' da troppo tempo che qua non si scrive...
allora diciamolo pure:
è sempre bello veder perdere i Warriors   :merda:

Offline carson

  • Heisman
  • ***
  • Post: 1.975
Re: Warriors Bologna
« Risposta #124 il: Marzo 24, 2010, 07:02:04 pm »
maz, tu che sei di bologna...
che fine ha fatto inti rini? il dt che nel 2008 ha vinto il premio di miglior giovane d'italia.
non appare nei roster dei warriors.
fisicamente mi sembrava un grande prospetto.

non ho mai avuto il piacere di affrontarlo, mi sarebbe piaciuto.

Offline maz

  • Senior
  • **
  • Post: 560
Re: Warriors Bologna
« Risposta #125 il: Marzo 24, 2010, 07:18:56 pm »
grazie socker!  :-/

si, carson, i due ragazzoni si sono presi un anno sabbatico, stiamo cercando di convincerli, ma hanno altre cose a cui pensare evidentemente....
peccato perchè con loro due, a mio MODESTISSIMO parere, saremmo stati moooolto competitivi per i PO!
non lasciare mai che la paura di perdere ti impedisca di vincere!
ogni maledetta domenica o si vince o si perde resta da vedere se si vince o si perde da uomini!

Offline maz

  • Senior
  • **
  • Post: 560
Re: Warriors Bologna
« Risposta #126 il: Marzo 25, 2010, 06:48:46 pm »
I Warriors per Santo Stefano.


 In una delle serate più coinvolgenti degli ultimi tempi a Bologna, i Warriors erano assolutamente presenti. E non solo tra il pubblico, ma tra coloro che hanno contribuito alla sua realizzazione.
Ci riferiamo alla grandissima festa, perchè di incontro festoso si è trattato, per la raccolta di fondi destinati alla ristrutturazione della Basilica di Santo Stefano a Bologna.
La nostra città ha risposto alla grande, come forse non accadeva da anni a questa parte; i bolognesi si sono radunati intorno ai più grandi artisti locali (cantanti ed attori), hanno coinvolto le maggiori autorità del territorio e la CISL si è incaricata di organizzare un evento storico per la città. Morale: un Futurshow gremito in ogni ordine di posto, un incasso molto interessante, interamente devoluto per la causa, un incontro tra giovanissimi e persone più mature, un ritorno al dialetto (per quanto possibile), insomma, un totale di grandissime emozioni per significare l'amicizia verso un luogo che ogni bolognese, come è stato più volte citato, porta un amico straniero quando viene a visitare la nostra città.
La serata delle Sette Chiese, monumento che impersonifica Bologna, la sua gente, la sua storia.
E così, in occasione di questo fantastico evento, gli organizzatori hanno anche chiamato sul palco un altro elemento importante della città: il suo entusiasmo sportivo, quello più vero, quello che, unitamente alla musica, unisce i sentimenti popolari. E così, quando Andrea Mingardi ha presentato tre società sportive importanti, veri punti di riferimento del territorio, ha detto Fortitudo e Virtus (tanto di cappello) e Warriors Bologna.
Ebbene si, alla soglia del compleanno delle 30 stagioni sportive, che ricordiamo ricorrerà nel 2011, i Warriors Bologna erano di fronte ad oltre 10.000 persone, con una serie di flash fotografici da fare invidia ad un pilota di formula 1, con tanta serenità e spirito di appartenenza ad una città che li ha fatti nascere ed oggi li vede difendere i propri colori.
E' stata un'emozione grandissima, che rimarrà nel cuore di chi l'ha vissuta dal vivo e di chi l'ha vissuta attraverso le varie cronache della stampa.
Santo Stefano è un patrimonio dei bolognesi, ed anche i Warriors, con il dovuto rispetto nel confronto, lo sono.
Quella società Warriors Bologna che è nata il 14 gennaio 1981....in via Santo Stefano n.71 (guarda un po'), e che oggi gioca all'Alfheim Field in via degli Orti....quartiere Santo Stefano (altra coincidenza), e che da martedì sera si sente ancora di più, portavoce,nel piccolo mondo del football americano,di spirito bolognese, quello dell'amicizia, quello dell'entusiasmo e, perchè nasconderlo, anche quello delle Tagliatelle della Nonna Pina.
Un grazie di cuore a chi ha consentito tutto questo, con la ferma consapevolezza che un piccolo sasso del meraviglioso complesso architettonico di Santo Stefano (come ha detto anche la signora Ricciarelli) sarà un sasso di chi ha contribuito all'evento, pertanto sarà un sasso guerriero.
Galleria delle immagini dell'evento

That's football
non lasciare mai che la paura di perdere ti impedisca di vincere!
ogni maledetta domenica o si vince o si perde resta da vedere se si vince o si perde da uomini!

Offline Jestor Socker

  • Sophomore
  • **
  • Post: 118
Re: Warriors Bologna
« Risposta #127 il: Marzo 25, 2010, 07:11:32 pm »
grazie socker!  :-/





non c'è di chè...è una cosa personale visto che ero in campo sia il 30 maggio 2009, sia il 20 marzo 2010

 :seghinh:

Offline maz

  • Senior
  • **
  • Post: 560
Re: Warriors Bologna
« Risposta #128 il: Giugno 02, 2010, 12:24:06 pm »
questa notte si è spento paolo "taz" fantazzini, malato da tempo...

un simbolo dei warriors e ancor di più uno dei simboli del football italiano, un giocatore fenomenale, un grande coach e una persona immensa

riposa in pace #30
non lasciare mai che la paura di perdere ti impedisca di vincere!
ogni maledetta domenica o si vince o si perde resta da vedere se si vince o si perde da uomini!

Offline carson

  • Heisman
  • ***
  • Post: 1.975
Re: Warriors Bologna
« Risposta #129 il: Giugno 02, 2010, 02:32:13 pm »
rip :(

Offline paco

  • Rookie
  • ***
  • Post: 2.087
Re: Warriors Bologna
« Risposta #130 il: Giugno 02, 2010, 09:51:35 pm »
Citazione
(parlando di Alex Smith)...non è scarso, è allenato male.. Ma ti pare che possa allenarlo uno come quello? Questo è un ex linebacker ed in difesa, si sa, eccelli se uccidi chi ti sta intorno. Questo ha più commozioni celebrali che neuroni, onestamente, che cazzo può insegnare a Smith che già di suo è un coglione? E poi onestamente... A te sembra normale? Ma l'hai visto? Ha lo sguardo come i merluzzi sul banco frigo della pescheria...

You'll see me on TV, Any Given Sunday, win a Superbowl and drive off on a Hyundai - Trained by Groalbe