Autore Topic: Bengals Brescia  (Letto 3391 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline Petit 23

  • Freshman
  • **
  • Post: 31
Re: Bengals Brescia
« Risposta #15 il: Aprile 23, 2007, 02:50:33 pm »
Bengals Bs – Aquile Ferrara 0 – 21
( parziali 0-0, 0-0, 0-14, 0-7 )

Bengals: Acerbis Guido, Aliprandi Piergiacomo, Anelli Marco, Barbolla Ronny, Bernardi Mirco, Caile Gianfranco, Compagnoni Luca, Corti Sergio, De Giovanni Stefano, De Marco Francesco, Direse Teodoro, Drera Mattia, Fassoli Daniele, Fausto Sergio, Fedrigolli Davide, Fuffa Mirco, Ghiglione Aristide, Glissenti Davide, Leoni Sergio, Lodrini Ermanno, Longo Ivan, Lussigloli Alessandro, Mantovani Manlio, Mondinelli Nicola, Orfeo Davide, Palini William, Paneroni Alessandro, Paneroni Cristian, Prandelli Cristian, Romano Daniele, Schinetti Marco, Schlitzer Giorgio, Tomagra Davide, Tomagra Simone, Turotti Daniele, Zanola Simone, Saleri Jacopo, Orfeo Daniele.

Head Coach Gerardo Vera Gomez,
Assistenti: Alejandro Sanchez Balvanera, Gustavo Adolfo Aguilera Benitez

Marcatori:De Giorgi(FE)ritorno di field goal 90 yarde,trasf. da 1 punto De Giorgi;
Bitonti (FE) corsa 5 yarde,trasf.da 1 punto De Giorgi;
Bitonti (FE) corsa 3 yarde,trasf.da 1 puntoDe Giorgi;



Il numeroso pubblico dell'Invernici ha assistito sabato ad una partita dai due volti.
Le difese scendevano in campo caricatissime e decise a non lasciare alcun spazio ai talentuosi attacchi capitanati dai due quarterback di riserva, De Giovanni per le tigri e De Giorgi per le Aquile; dominavano così i primi due quarti mettendo a segno ben tre intercetti e colpendo assai duramente, tra i bianco blu ottimi Diabate e Caile, quest'ultimo vero mattatore per tutto l'inocntro, per lui due sack e un fumble recuperato.
La tensione in campo era altissima e le due panchine parevano sfidarsi in un gioco di prudenti tattiche incrociate; nessuno dei due attacchi riusciva a guadagnare campo con continuità e i rispettivi punt team erano costretti agli straordinari.
Alla fine della prima frazione di gioco i Bengals potevano vantare due soli viaggi entro la red zone ospite mentre il tabellino delle Aquile non segnalava alcun drive pericoloso.
Il gioco, per altro, risultava spezzettato a causa delle numerosissime penalità segnalate dalla crew arbitrale.
Alla ripresa del gioco finalmente l'inerzia sembrava favorire i padroni di casa che con un ottimo drive si portavano sulle 15 yarde offensive, ma due pessime giocate portavano lo score dei down a 4; era a quel punto che il destino decideva di mettere sul piede del solitamente affidabile Barbolla la palla buona per tre fondamentali punti; partiva basso il calcio del giovane kicker, troppo basso, deviato dalla linea era così preda delle saldissime mani di De Giorgi, l'estense si lanciava in un incredibile ritorno e scortato dagli ottimi blocchi dei compagni decideva di non fermarsi più: 90 yarde e memorabile ritorno valido, quel che più conta, per sei punti che cambiavano il volto della partita.
I Bengals, infatti, accusavano il colpo, l'attacco di casa non riusciva più ad imbastire drive degni di nota mentre gli ospiti, spezzata la tensione del primo tempo, mettevano palla nelle sicure mani di Tassan e Bitonti (eccellente prova la loro), in due drive allungavano definitivamente il passo, due mete di forza di Bitonti, tre trasformazioni su tre di De Giorgi, 21 a 0 e punteggio nel ghiaccio.
In una situazione disperata, la difesa bianco blu, strappando applausi alla tribuna gremita di tifosi, trovava la forza per reagire con rabbia ed orgoglio, riusciva così a mettere a segno due splendidi intercetti con capitan Corti e Lussignoli (due per lui in totale), sul secondo dei quali il difensore bresciano si lanciava in un prodigioso ritorno da 90 yarde fino all'area di meta ospite, purtroppo l'eccezionale gesto atletico veniva vanificato dall'ennesima penalità.
La partita terminava con le Aquile a festeggiare il primato nel girone e i Bengals amareggiati per l'occasione sprecata, sfugge infatti di mano alle tigri anche l'ultima possibilità di riagguantare il primo posto nel girone e ora le cose si complicano per i ragazzi di coach Gomez.
Ma non tutto è da buttare nella prova di sabato; si diceva infatti di un incontro a due facce, da un lato i Bengals hanno accusato i soliti problemi nel gioco aereo e un'allarmante discontinuità nella gestione dei down decisivi, dall'altro, va detto, l'eccellente prova difensiva del primo tempo e gli ampi margini di recupero rendono meno cupe le prospettive future delle tigri.
L'incontro di sabato prossimo contro i coriacei Draghi rimane infatti la sfida verità per le sorti dei Bengals e per stabilire chi avrà diritto al secondo posto nel girone.
Questa volta non ci saranno prove d'appello, la perdente, con ogni probabilità, dovrà affrontare in trasferta il primo turno dei playoff.

Offline Petit 23

  • Freshman
  • **
  • Post: 31
Re: Bengals Brescia
« Risposta #16 il: Maggio 03, 2007, 03:38:22 pm »
Comunicato stampa
 
Draghi Udine - Bengals  Brescia  18 – 14
( parziali 6-0, 6-0, 0-0, 6-14 )

Bengals:  Acerbis Guido, Aliprandi Piergiacomo, Anelli Marco, Barbolla Ronny, Bernardi Mirco, Caile Gianfranco, Compagnoni Luca, Corti Sergio, De Giovanni Stefano, De Marco Francesco, Direse Teodoro, Drera Mattia, Fassoli Daniele, Fausto Sergio, Fedrigolli Davide, Fuffa Mirco, Ghiglione Aristide, Glissenti Davide, Leoni Sergio, Lodrini Ermanno, Longo Ivan, Lussigloli Alessandro, Mantovani Manlio, Mondinelli Nicola,  Orfeo Davide, Palini William, Paneroni Alessandro, Paneroni Cristian, Prandelli Cristian, Romano Daniele, Schinetti Marco, Schlitzer Giorgio, Tomagra Davide, Tomagra Simone, Turotti Daniele,  Zanola Simone, Saleri Jacopo, Orfeo Daniele.

Head Coach    Gerardo Vera Gomez,
Assistenti:  Alejandro Sanchez Balvanera,  Gustavo Adolfo Aguilera Benitez

Marcatori:     DRAGHI - Forgiarini 64 punt return (kick failed)
DRAGHI - Stella 8 run (pass failed)
BENGALS - Zanola 32 run (pass failed)
BENGALS - De Giovanni 1 run (Zanola rush)
DRAGHI - Forgiarini 81 kickoff return (rush failed



È giunta alla fine la tanto temuta sconfitta di Udine,  i Bengals hanno ceduto nel peggiore dei modi di fronte ai combattivi friulani dopo aver cullato l’illusione di aver coronato una miracolosa rimonta.
Doveva essere sfida verità e tale è stata: beffati da un’incredibile meta dei friulani nei secondi finali sono ora condannati ad affrontare in trasferta il primo turno dei play off.
La partita dell’anno non vedeva certo in campo i migliori Bengals della stagione: squadra contratta, gioco spuntato, orfano del regista titolare Longo, ed attacco, pur con un sorprendente Zanola (100 yarde corse per lui), limitato quasi esclusivamente alle corse.
Fin dai primi minuti  qualcosa non funzionava nei meccanismi di gioco e l’esecuzione delle chiamate della panchina ospite non sembrava molto ispirata,  lo scenario veniva poi subito ad aggravarsi a causa delle imperdonabili amnesie di uno special team apparso veramente sottotono.
Era infatti proprio il reparto incaricato di fare buona guardia ai temibili ritornatori di casa a lasciarsi sfuggire in avvio il funambolico Forgiarini (alla fine il migliore in campo), spettacolare ritorno di punt e primi sei punti per i Draghi.
Partita in salita fin dall’inizio dunque e Bengals subito in difficoltà, era così il QB friulano Stella, con una corsa personale, ad aumentare il vantaggio, difesa trafitta e 12 a 0.
Le tigri sapevano però reagire prontamente, imbastivano un ottimo drive e guadagnavano yarde su yarde ma nel momento decisivo il pallone cadeva preda del solito Forgiarini, intercetto e tutto da rifare per De Giovanni e compagni. Eppure in avvio di ripresa era tutta un’altra musica: la difesa bianco blu con Shilitzer e Leoni fermava i tentativi friulani di chiudere la partita mentre i runner  bresciani  venivano arginati con grande fatica dalla concentrata retroguardia  di casa, i Bengals sembravano così poter prendere il controllo dell’incontro ma per tutto il terzo quarto il punteggio non si sbloccava. Nell’ultima frazione  finalmente le tigri, consapevoli di dover tentare il tutto per tutto, sfruttavano la superiore preparazione atletica e davano il “la” ad un’emozionante rimonta. Prima accorciavano le distanze con una strepitosa corsa di Zanola, poi, dopo aver bloccato un punt,  pareggiavano con  De giovanni, trasformazione da due punti di Zanola e incredibile sorpasso con il cronometro a segnare pochi minuti al termine dell’incontro.
Era in quel momento, mentre nell’aria ancora eccheggiavano i festeggiamenti di tutta la compagine bresciana, che il destino preparava l’ennesima beffa della stagione: Calcio di Baarbolla, pallone in gioco, profondo, molto profondo, preda di Forgianini, che decideva di cambiare le sorti dell’incontro e, forse, della stagione intera; il fuoriclasse friulano infatti imbastiva un ritorno da campione, seminava tutto lo special team ospite e terminava la sua corsa in end zone per un eccezionale meta da 81 yarde.
Miracolo sfumato e per la seconda volta un’azione eccezionale segnava la fine della partita e delle speranze dei Bengals.
Fischio finale e delusione cocente per i ragazzi di coach Gomez. Ancora una volta la compagine cittadina ha infatti ottenuto molto meno di quanto meritasse, ancora una sconfitta sul filo di lana contro una rivale diretta che, va detto, ha meritato nel doppio confronto la seconda posizione nel ranking. Ora con un record negativo non resta che raccogliere l’ultimo posto utile per la post season e rimettere insieme i pezzi di una stagione fin ora sfortunata. La classifica deficitaria del girone nord est condanna definitivamente i Bengals a fare molti chilometri nei play off,  probabile prima sosta Roma.
Si annuncia già uno scontro durissimo, interessante rivincita della battaglia che l’anno scorso condannò le tigri ad un’amarissima e assai contestata esclusione dalla lotta per il titolo. 

Offline Petit 23

  • Freshman
  • **
  • Post: 31
Re: Bengals Brescia
« Risposta #17 il: Maggio 17, 2007, 05:48:35 pm »
Comunicato stampa




Muli Trieste vs. Bengals Brescia
12-33

( parziali 0-0, 6-13, 0-7, 6-13 )

Bengals:  Acerbis Guido, Aliprandi Piergiacomo, Anelli Marco, Barbolla Ronny, Bernardi Mirco, Caile Gianfranco, Compagnoni Luca, Corti Sergio, De Giovanni Stefano, De Marco Francesco, Direse Teodoro, Drera Mattia, Fassoli Daniele, Fausto Sergio, Fedrigolli Davide, Fuffa Mirco, Ghiglione Aristide, Glissenti Davide, Leoni Sergio, Lodrini Ermanno, Longo Ivan, Lussigloli Alessandro, Mantovani Manlio, Mondinelli Nicola,  Orfeo Davide, Palini William, Paneroni Alessandro, Paneroni Cristian, Prandelli Cristian, Romano Daniele, Schinetti Marco, Schlitzer Giorgio, Tomagra Davide, Tomagra Simone, Turotti Daniele,  Zanola Simone, Saleri Jacopo, Orfeo Daniele.

Head Coach    Gerardo Vera Gomez,
Assistenti:  Alejandro Sanchez Balvanera,  Gustavo Adolfo Aguilera Benitez

Marcatori:
First Quarter
None

Second Quarter
BENGALS - Lanfranchi 22 run (Barolla kick)
BENGALS - Ghiglione 11 run (Barbolla kick)
MULI - Viveros 18 run (rush failed)

Third Quarter
BENGALS - Zanola 1 run (Barbolla kick)

Fourth Quarter
BENGALS - Cacioppo 2 run (Barbolla kick)
MULI - Viveros 13 run (pass failed)
BENGALS - Schinetti 19 run (kick blocked)




A Trieste i Bnegals hanno conseguito una vittoria tanto pronosticata quanto ininfluente per la classifica finale.
I Bresciani convincono nell’ultima di campionato, domano con autorità i Muli e possono ora guardare con una certa serenità al primo turno dei play off che li vedrà opposti ai  sorprendenti Barbari.
Di fronte ai tenaci giuliani infatti i ragazzi di coach Gomez, dimostrando di non soffrire pericolosi cali di concentrazione e di aver acquisito le giuste motivazioni in vista della durissima post  season, hanno sfoderato una prova di grande maturità.
Il tecnico messicano impostava un gioco molto concreto sulle corse del forte reparto bianco blu, riuscendo, così, a sfruttare al meglio la propria  solida linea d’attacco, al resto, come al solito, pensava la fortissima difesa guidata da capitan Corti.
Ed erano proprio le rispettive  difese a dominare un primo quarto interlocutorio, schiacciando ogni tentativo avversario di guadagnare l’ambita linea di meta. Bisognava attendere il secondo periodo ed un  Lanfranchi assai ispirato per vedere una segnatura; il velocissimo atleta  bresciano infatti,  alla prima meta dal rientro, trovava finalmente campo libero, riuscendo così ad involarsi per una splendida corsa di 22 yarde, meta poi trasformata da Barbolla per il primo vantaggio bresciano.
Era quindi il turno del veterano Ghiglione, portata di forza la sua e secondo touchdown che consentiva ai Bengals di allungare.
 I padroni di casa, assai motivati, non mollavano e al termine del primo tempo accorciavano le distanze con una bella corsa di Viveros.
Si andava così al riposo con il minimo scarto a favore dei Bengals; alla ripresa del gioco erano ancora le difese a rintuzzare ogni tentativo offensivo, finchè Zanola  non riusciva a trovare il varco giusto che portava il punteggio, allo scadere del terzo quarto, sul 20 a 6 in favore dei bresciani.
L’ultimo periodo era invece assai animato, a Cacioppo rispondeva ancora Viveros, in un’appassionante sequenza di drive, l’ultima parola spettava però a Schietti che, schierato in un inedito ruolo di runner, ingranava la quarta siglando la sua prima meta come attaccante.
Era questo l’allungo decisivo che chiudeva di fatto la partita,  fischio finale e missione compiuta per le Tigri.
Al termine da rimarcare la prova dei runner bianco blu ( quattro a segno e ben sei nel tabellino di gara), capaci di correre per un totale di 203 yarde, eccellente anche la prestazione di tutta  la linea d’attacco che, sebbene poco impegnata nella protezione dei quarterback, non concedeva alcun sack e si dimostrava davvero solida e pronta nell’aprire invitanti varchi per i propri corridori.
Ancora sugli scudi la sempre più sorprendente difesa bresciana,  tre palloni recuperati con Lussignoli ( quarto intercetto per il probabile “esordiente dell’anno”), Acerbis e Leoni e sole 152 yarde totali concesse all’attacco avversario.
Il bilancio finale appare molto positivo e l’intensità degli allenamenti programmati per le due settimane che separano i Bengals dai play-off fa ben sperare per il futuro, rimane ancora da registrare il gioco aereo ma, nota positiva, va segnalato il rientro in campo a Trieste del  regista titolare Longo.
La vittoria di sabato chiude la regular season di questo campionato 2007, i Bengals terminano  la stagione con un deludente record di 4 vinte e 4 perse e con qualche rimpianto di troppo per le tante occasioni sprecate, record deludente si diceva in quanto i pronostici d’inizio campionato davano i bianco blu quali leader indiscussi del girone Est.
La stagione regolare va però ora messa in archivio, Il tabellone dei play off riserba infatti ai bresciani una bella sorpresa, sulla loro strada le tigri troveranno, nuovamente, i Barbari Roma Nord, la compagine che l’hanno scorso interruppe la loro corsa al titolo in una partita che definire travagliata appare riduttivo.
Appuntamento quindi a Roma, Domenica 27 Maggio, la Capitale ospiterà per la terza volta i Bengals alla ricerca del biglietto per i quarti di finale, dove già gli acerrimi rivali Skorpions Varese attendono la vincente, che sia un altro segno del destino?

Offline Petit 23

  • Freshman
  • **
  • Post: 31
Re: Bengals Brescia
« Risposta #18 il: Maggio 28, 2007, 06:38:03 pm »
Comunicato stampa




Barbari Roma Nord vs. Bengals Brescia
22-14
( parziali 0-0, 10-0, 12-0, 0-14 )

Bengals:  Acerbis Guido, Aliprandi Piergiacomo, Anelli Marco, Barbolla Ronny, Caile Gianfranco, Compagnoni Luca, Corti Sergio, De Giovanni Stefano, De Marco Francesco, Fassoli Daniele, Fausto Sergio, Fuffa Mirco, Ghiglione Aristide, Glissenti Davide, Leoni Sergio, Lodrini Ermanno, Lussigloli Alessandro, Mantovani Manlio, Mondinelli Nicola,  Orfeo Davide, Palini William, Paneroni Alessandro, Paneroni Cristian, Prandelli Cristian, Romano Daniele, Schinetti Marco, Schlitzer Giorgio, Tomagra Davide, Tomagra Simone, Turotti Daniele,  Zanola Simone, Saleri Jacopo, Orfeo Daniele.

Head Coach    Gerardo Vera Gomez,
Assistenti:  Alejandro Sanchez Balvanera,  Gustavo Adolfo Aguilera Benitez

Marcatori Bengals:
First Quarter
None
Second Quarter
None
Third Quarter
None
Fourth Quarter
BENGALS - Saleri 16 yarde run (Saleri 2 Pt.)
 BENGALS - Schinetti 51 yarde Int. Ret. (Mancata)




Finisce a Roma il Campionato dei Bnegals.
I bresciani hanno dovuto cedere Domenica di fronte ai forti Barbari al termine di una partita sempre in salita, riaperta solo nel finale da due magie di Schietti.
Fin da Sabato la lunga trasferta delle tigri non cominciava nel migliore dei modi:  sul tabellino degli assenti, mai così affollato, spiccava infatti tra gli altri il nome del regista titolare Longo; veniva così a mancare senza preavviso, oltre a mezza linea d’attacco e ad altre importanti pedine, il perno offensivo su cui si basavano le strategie della squadra.
A Coach Gomez spettava dunque il difficile compito di ridisegnare in corsa le precise ed accurate tattiche pensate per scardinare una delle migliori difese del campionato; all’ottimo allenatore messicano non restava che affidarsi un’altra volta al secondo Qb, l’encomiabile De Giovanni, e sperare nella tenuta della rimaneggiata linea.
Non ostante la totale abnegazione dei sostituti, come ormai d’abitudine onerati dal doppio ruolo, l’attacco bresciano stentava a trovare sbocchi nelle fitte maglie romane. L’impegno appariva fin dall’inizio improbo e neppure il valido reparto di runner riusciva a muovere palla.
Per tutto il primo quarto si assisteva così ad una successione di calci di allontanamento che garantivano ai padroni di casa posizioni di campo assai allettanti, tuttavia il regista romano Tarroni chiudeva un solo primo down mettendosi in proprio, per il resto l’attenta retroguardia bresciana impediva agli avversari di sfruttare appieno le situazioni favorevoli.
L’inerzia dell’incontro sembrava però tutta per i Barbari, apparsi fin dal primo minuto più rodati,  solo la ferma opposizione di Corti e compagni manteneva il risultato in perfetto equilibrio.
Nel secondo quarto un ottimo field goal dei padroni di casa sbloccava il risultato, non riuscivano a replicare gli ospiti, palla quindi nuovamente a Tarroni che innescava una travolgente corsa di 40 yarde che chiudeva il primo tempo sul 10 a 0 per i capitolini. Da segnalare sul finire del primo periodo di gioco un delicato cambio tra le fila dei Bengals: il giovanissimo Turotti, al suo esordio nella cruciale posizione di quarterback, rilevava in cabina di regia De Giovanni.
Al rientro in campo la partita sembrava segnata, spietati i romani che prima colpivano su corsa, poi con Tarroni assestavano quello che pareva essere l’affondo decisivo: il talentuoso qb infatti si inventava un lancio lunghissimo e preciso in una situazione di gioco assai problematica per una splendida meta da 42 yarde, il  divario si allargava così su di un pesante 22 a 0.
A quel punto qualcosa scattava nella stremata difesa bresciana che riusciva ad opporre le ultime energie all’attacco di casa, apparso fino a quel punto inarrestabile, fermandolo ripetutamente.
Finiva il quarto con i Barbari inaspettatamente in difficoltà; all’inizio dell’ultimo periodo i padroni di casa dovevano allontanare il pallone ed entrava in scena il vero jolly della formazione bianco blu: Schietti infatti riceveva il punt e come un lampo tagliava in due il campo, ritorno lunghissimo il suo, l’ennesimo di questa prodigiosa stagione, fino a ridosso dell’end zone, palla quindi a Saleri che si esibiva in una bella reverse di 16 yarde, meta per i Bengals e trasformazione da 2 punti dello stesso Saleri.
L’imprevedibile reazione dei bianco blu non sembrava però mettere in discussione il risultato; calcio corto delle tigri recuperato dai padroni di casa che parevano in pieno controllo del pallone oltre che del cronometro quando Tarroni, inaspettatamente, metteva per aria un passaggio assai rischioso in un frangente così delicato, Schietti non se lo faceva certo ripetere due volte, strappava la palla al ricevitore romano e si involava per 51 yarde. Sembrava non volersi fermare più il funambolico difensore bresciano, forse memore del brutto episodio di cui era stato vittima l’anno scorso, ingranava tutte le marce della sua personale rivincita e marcava un’eccezionale Td per il 22 a 14.
I Bengals decidevano quindi di rischiare il tutto per tutto, calciavano nuovamente corto e stavolta il pallone veniva recuperato da Schietti, ormai inarrestabile. A pochi minuti dalla fine la partita era così incredibilmente riaperta per lo stupore del pubblico di casa ma l’attacco bresciano non riusciva a sfruttare l’incredibile entusiasmo che pervadeva ormai tutta la panchina ospite, i ripetuti tentativi di Palini e Ghiglione si infrangevano contro la strenue resistenza dei romani. Era così ancora la difesa dei Bengals a mettere l’accento sullo strepitoso finale di marca bresciana costringendo Tarroni ad un altro stop e a restituire palla. Ultima occasione per Turotti: il giovanissimo regista disegnava due lunghissime parabole che lasciavano con il fiato sospeso tutti i presenti, i passaggi cadevano però incompleti ad un passo dall’area di meta dei Barbari, sfumava così l’ultima possibilità di vittoria per le tigri.
Al cambio di possesso infatti entrava in campo l’attacco romano che faceva scorrere il tempo fino al fischio finale.
Miracolo solo sfiorato dagli eroici Bengals: la determinazione degli avversari e i mille problemi di questa travagliata stagione, apparsi Domenica veramente insormontabili, hanno fermato la rincorsa ai quarti di finale.
Una squadra sfibrata dall’ecatombe di giocatori chiave patita nelle ultime due settimane ha dovuto infatti fare i conti con una formazione altamente competitiva quale quella romana (per altro anch’essa alle prese con assenze importanti) che in campo ha regalato davvero poco e che meritatamente prosegue il proprio cammino in post-season.
Il risultato finale premia in termini di punteggio il grande cuore dei bresciani ma non rispecchia il gioco mostrato dalle due contendenti. Nettamente superiore è infatti apparsa la formazione capitolina in termini di yarde guadagnate e di gestione della partita, solo il disperato quanto ammirevole forcing finale degli ospiti a riaperto i giochi di un match che sembrava già segnato da tempo.
Complimenti ai Barbari che approdano al secondo turno e saranno ospiti in quel di Varese dei fortissimi Skorpions, per i Bengals invece si apre la stagione dei camp in vista del campionato giovanile di settembre e dei prossimi impegni della prima squadra.
In calendario vi sono gli appuntamenti promossi dalle circoscrizioni bresciane che copriranno tutto il periodo estivo e che vedranno le tigri protagoniste assolute, un’ottima occasione per tutti gli appassionati bresciani di scoprire questo meraviglioso sport e per le nuove leve di ritagliarsi uno spazio importante in vista delle sfide future.